ISTANZA CONCESSIONE OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO

Istanza per la concessione alla occupazione di suolo pubblico per esercizi commerciali a seguito della situazione emergenziale determinata dalla pandemia COVID-19

Esplora contenuti correlati

Avviso per l’assegnazione delle borse di studio 2019/2020

25 Aprile 2020

Si comunica che è possibile presentate le domande per l’assegnazione della borsa di studio a.s. 2019/2020 il per gli studenti residenti nel Comune di Cassino, frequentanti la scuola secondaria di 2° grado, statale e paritaria (tutte le scuole superiori dal 1° al 5° anno) o frequentanti i primi tre anni di un percorso triennale IeFP.

La domanda deve essere presentata esclusivamente ONLINE entro e non oltre  le ore 12:00 del giorno 25/05/2020.

CLICCA QUI PER PROCEDERE CON LA DOMANDA

Va presentata una domanda per ogni singolo beneficiario (caso in cui siano presenti più figli aventi diritto) e firmata da uno dei genitori o dalla persona che esercita la potestà genitoriale o dal beneficiario, se maggiorenne.

Il richiedente deve allegare alla domanda, la seguente documentazione:

  1. attestazione ISEE, pari o inferiore a € 15.748,78, relativa alla situazione economica del nucleo familiare dello studente, desunta dall’ultima attestazione ISEE in corso di validità (in questo caso la Regione Lazio ha specificato che qualora non si sia in possesso dell’attestazione ISEE 2020 potrà essere prodotta l’attestazione ISEE scaduta 31/12/2019);
  2. copia di un documento d’identità in corso di validità del richiedente.

Non verranno accettate domande se non quelle pervenute, nei termini e complete della documentazione indicata.
Nell’attuale fase emergenziale non è ammesso l’accesso all’ufficio pubblica istruzione.
Le informazioni verranno fornite unicamente per via telefonica ai nn. 0776298407- 0776298336 – 0776298402 oppure via mail all’indirizzo: ufficio.cultura@comunecassino.it.

Accertamenti e verifiche
L’Amministrazione comunale,  ai sensi dell’art.43 e 71 del DPR 28.12.2000 n.445 effettuerà controlli diretti ad accertare la veridicità delle dichiarazioni rese nell’apposito modello di domanda, informazioni fornite con riferimento sia alla situazione economica  che a quella familiare. Saranno effettuati controlli a campione ed in tutti i casi in cui sorgono fondati dubbi sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive presentate.

Violazione degli obblighi.
I beneficiari le cui dichiarazioni risultino false o mendaci, oltre ad incorrere nelle sanzioni penali previste dalle leggi vigenti, saranno automaticamente esclusi della graduatoria e dal beneficio e tenuti alla restituzione delle somme indebitamente percepite.

CLICCA QUI PER PROCEDERE CON LA DOMANDA

Condividi: