Buoni spesa, il comune riapre i termini per presentare domanda: tempo fino al 25 novembre

Il Comune di Cassino riapre i termini per presentare domanda per l’erogazione dei buoni spesa alle famiglie in situazione di indigenza economica.   👉 Uno strumento di sostegno ai cittadini […]

Esplora contenuti correlati

Asili nido comunale, la Giunta approva il taglio delle rette del 40%: ridotte al minimo anche le giornate di chiusura

6 Maggio 2022

Asili nido, la Giunta ha approvato ieri la delibera 184 che di fatto rimodula, con un forte ribasso, le tariffe che verranno applicate, a partire dall’anno scolastico 2022-2023, nelle strutture comunali “Maria Maddalena Rossi” di via Alfieri e via Botticelli.
? Una importante novità per centinaia di famiglie cassinati, che vedranno diminuire, di circa il 40%, le rette di frequenza per i propri figli.
Un taglio netto, significativo, al quale, di pari passo, seguirà una serie di interventi di natura organizzativa che assicureranno un innalzamento della qualità del servizio per la prima infanzia, sempre più orientato verso le esigenze delle donne lavoratrici.
Infatti, oltre al potenziamento già determinato nell’anno in corso in termini di estensione della capacità ricettiva, fortemente voluto dall’assessora Maria Concetta Tamburrini e dall’Amministrazione tutta, per il prossimo anno si prevede anche l’ampliamento del tempo-scuola: i nidi comunali saranno infatti aperti da settembre a luglio e soprattutto verranno limitati i giorni di chiusura alle festività “rosse” e al mese di agosto.
Una riorganizzazione del servizio contemplata nel nuovo regolamento che sta per approdare in Consiglio Comunale per l’approvazione.
Lo scopo è, naturalmente, assicurare continuità al servizio e migliorarne l’efficacia, dando risposte concrete alle quotidiane esigenze delle famiglie anche in termini di pari opportunità, perché da domani sarà più facile, a Cassino, essere madri oltre che lavoratrici.
✅ Senza contare, inoltre, che il Programma regionale dei servizi educativi prevede la progressiva riduzione, fino all’azzeramento, delle rette a carico delle famiglie a reddito basso ed in situazione di particolare vulnerabilità.
? Un obiettivo fondamentale, sul quale l’assessorato alla Pubblica Istruzione sta già lavorando affinché possa concretizzarsi nel momento in cui sarà decretato.
Condividi: